Power Wind Energy contribuisce, con la sua scelta di operare nel settore energetico mediante progettazione, realizzazione e gestione di centrali eoliche, a rafforzare la cultura ecologista in Italia come in Albania.

Storia

Il protocollo di Kyoto, sottoscritto nel 1997 da molte Nazioni, rappresenta il primo pilastro di una strategia internazionale per il raggiungimento dell'obiettivo di una progressiva riduzione delle emissioni di gas serra in atmosfera, per contrastare i cambiamenti climatici in atto, determinati dal rapido aumento della temperatura terreste con gravi rischi per la sopravvivenza del nostro pianeta. L'impegno assunto a livello mondiale è di ridurre tra il 2008 e il 2012 le emissioni dei sei principali climalteranti del 5,2% rispetto al 1990. Power Wind Energy vuole offrire il suo contributo in questo impegno collettivo incrementando la produzione elettrica mediante utilizzo esclusivamente di centrali eoliche che, come è noto, non producono alcuna emissione inquinante.

L'energia eolica

rosa dei venti
L'energia eolica è l'energia cinetica estratta dal vento. L'energia del vento viene convertita da turbine eoliche (rotori) in energia meccanica di rotazione ed utilizzata per produrre elettricità attraverso aerogeneratori. Un aerogeneratore nuovo, di tipo industriale, equivale, in termini di produzione, ad un centinaio di quelli realizzati negli anni Ottanta. E' sufficiente questo elemento per offrire un termine di paragone dell'avanzare del progresso tecnologico nel settore dell'eolico, cioè della produzione di energia elettrica utilizzando la forza del vento. Infatti, in quegli anni un aerogeneratore aveva una potenza di 25 KW oggi si punta ad utilizzare prevalentemente quelli da 3 MW. E' migliorata la tecnologia e di conseguenza il livello di produzione ed è aumentata anche la convenienza economica per questa tipologia di impianti. continua a leggere

I piani industriali

energia
I piani industriali di Power Wind Energy prevedono di realizzare in Albania, entro il 2022, impianti eolici per una potenza complessiva di 123 MW. Ciò comporterà zero emissioni in atmosfera. Per la stessa produzione, utilizzando però una centrale elettrica alimentata a carbone, il danno ecologico annuale sarebbe mediamente così quantificabile: 1.4 milioni di tonnellate (Mt)di CO 2 (anidride carbonica); 1.960 t per la SO 2 (bisossido di zolfo); 2.660 t per la NO X (ossidi di azoto).

Image Centrali eoliche
Il principio di funzionamento degli aerogeneratori è lo stesso dei mulini a vento: il vento che spinge le pale. Ma nel caso degli aerogeneratori il movimento di rotazione delle pale viene trasmesso ad un generatore che produce elettricità.

Image Emissioni evitate
L'utilizzo dell'energia eolica consente di evitare l'immissione nell'atmosfera delle sostanze inquinanti e dei gas serra prodotti dalle centrali convenzionali. Facciamo il conto delle emissioni evitate per kWh prodotto: Una centrale elettrica a carbone emette mediamente: - g/kWh di CO2 (anidride carbonica) - 1,4 g/kWh di SO2 (anidride solforosa) - 1,9 g/kWh di NOX (ossidi di azoto)

Image L'aspetto ecologico
Altro aspetto assolutamente importante è la questione ecologica. Una centrale eolica è ad impatto zero per quanto riguarda l'inquinamento poiché utilizza esclusivamente la forza del vento: una fonte inesauribile di "combustibile" capace di alimentare le turbine.